LA PROVINCIA DI AREZZO A FIANCO DELLA VALDICHIANA NEL RECENTE EVENTO ALLUVIONALE

Data:
20 Settembre 2022

Tempo di lettura:
2 min

Ultimo aggiornamento:
20 Settembre 2022, 8:47

Silvia Chiassai Martini Presidente della Provincia : La Regione intervenga dichiarando lo stato di emergenza e attivando i finanziamenti per il ristoro dei danni

Il recente evento alluvionale, accompagnato da forti venti, che si è verificato nella Valdichiana aretina ha visto un intervento importante del personale e dei mezzi della Provincia di Arezzo. E’ stata infatti attivata, sin dalle prime ore del venerdì scorso, la Sala Operativa Provinciale di Protezione Civile che, subito dopo le prime segnalazioni di danni e disagi sulla viabilità provinciale e regionale, sono stati attivati tutti gli operatori ed i mezzi del Servizio Viabilità che hanno rimosso gli ostacoli e hanno garantito la percorribilità di tutte le strade di competenza.

Silvia Chiassai Martini Presidente della Provincia dichiara :

Desidero ringraziare per il grande impegno profuso in particolare dai cantonieri dell’Ente che per molte ore hanno lavorato per la rimozione di alberi, per far defluire le acque e rimuovere detriti e frane che occupavano intere carreggiate. Molte strade provinciali sono state chiuse e riaperte nel più breve tempo possibile.  Nel Comune di Castiglion Fiorentino, dove si sono contati i danni maggiori a causa del forte vento e dell’esondazione di un corso d’acqua, la Provincia è intervenuta in supporto con il proprio personale ed i mezzi per garantire la riapertura della strada regionale 71 oltre ad attivare il volontariato di Protezione Civile che con le idrovore hanno provveduto allo svuotamento di alcune pertinenze delle abitazioni. Riteniamo che l’evento sia collegato a quello successo nelle Marche, quindi chiederemo l’intervento di supporto economico per i danni, che sono stati ingenti, per la comunità intera. Infatti, in poche ore, sono sono stati registrati dai pluviometri oltre 80 millimetri di pioggia; un evento che statisticamente avviene con tempi di ritorno superiori ai 50 anni. L’eccezionalità dell’Evento e dei danni causati ha spinto il Comune di Castiglion Fiorentino ha chiedere formalmente alla Regione Toscana la dichiarazione dello stato di emergenza. La Provincia di Arezzo ha contribuito a fornire alla Regione i dati necessari per la verifica della consistenza dei danni, tenendo costantemente informata in tempo reale la Sala Operativa Regionale su tutte le criticità che erano presenti nei Comuni della Valdichiana. La speranza è che, con la dichiarazione delle stato di emergenza, si possano attivare i finanziamenti per il ristoro dei danni e delle spese sostenute per il superamento dell’emergenza.”