La Provincia di Arezzo autrice e promotrice del Progetto “MEMENTO” per la commemorazione del Giorno del Ricordo 10 Febbraio 2022

Data:
8 Febbraio 2022

Tempo di lettura:
< 1 min

Ultimo aggiornamento:
8 Febbraio 2022, 12:24

Prosegue l’attuazione del Progetto Memento, ideato e promosso dalla Provincia di Arezzo, con il secondo appuntamento: il Giorno del Ricordo, Giovedì 10 Febbraio.

Sul cliché già sperimentato lo scorso 27 Gennaio – in occasione della Giornata della memoria – che grande successo ha riscosso nelle comunità scolastiche dell’aretino, anche questa volta “Memento” vede coinvolte sei Scuole Secondarie di Secondo Grado – una per ciascuna delle quattro vallate aretine e due per il comune di Arezzo – alle quali è stato richiesto di produrre il video di un reading teatrale su brani a tema, legati alle Foibe, per la realizzazione di un corto che l’Ente Provincia pubblicherà nel proprio sito, sollecitandone quindi la proiezione in tutte le classi di tutte le Scuole Secondarie della provincia, tramite LIM per chi frequenta in presenza, da remoto per gli studenti e le studentesse in DAD o DID, durante la mattina del 10 Febbraio.

La Provincia continua quindi nel suo percorso di proposta formativa-interattiva attraverso il Progetto Memento che è stato specificamente pensato per creare momenti di riflessione-produzione-diffusione lungo l’asse delle ricorrenze civiche offerte dal calendario della cittadinanza attiva della Repubblica Italiana e che vede quali protagoniste assolute le Istituzioni Scolastiche della Provincia.

Si ringraziano i Dirigenti Scolastici, i Docenti e gli studenti e le studentesse delle scuole coinvolte nel progetto Memento- sottolineandone la sensibilità, l’entusiasmo, la prontezza organizzativa e l’atteggiamento collaborativo, nonostante i tempi ristretti di azione – del Liceo Musicale Francesco Petrarca di Arezzo; del Liceo Francesco Redi di Arezzo, dell’IISS Benedetto Varchi di Montevarchi, dell’ISIS Enrico Fermi di Bibbiena, dell’ISIS Angelo Vegni Capezzine di Cortona e dell’IIS Giuseppe Giovagnoli di Sansepolcro.