Data:
26 Ottobre 2023

Tempo di lettura:
< 1 min

Ultimo aggiornamento:
6 Novembre 2023, 11:50

Visite pagina:
8543

La Provincia di Arezzo si conferma punto di riferimento dei Comuni per la Centrale Unica di Committenza dando seguito al progetto della Casa dei Comuni.

Nell’ottica di mettere a sistema le proprie esperienze e conoscenze nel settore degli appalti pubblici, con deliberazione del Consiglio provinciale numero 50 dello scorso 29 settembre è stata costituita la “Stazione appaltante qualificata”. Punti forti del servizio, sono lo sviluppo di buone pratiche attraverso un modello organizzativo efficiente ed efficace, con risorse specializzate nella gestione degli appalti e il puntuale coordinamento con gli attori del territorio, per rilanciare in modo uniforme il ruolo di quegli enti che hanno una funzione strategica. Ad oggi i Comuni aderenti sono Arezzo, Anghiari, Capolona, Civitella in Valdichiana, Cortona, Foiano della Chiana, Monte San Savino e Montevarchi.

Il Presidente della Provincia di Arezzo Alessandro Polcri:

Un servizio importante per dare supporto ai Comuni, che si trovano a volte carenti di risorse di ogni tipo e non dotati di professionalità tecniche adeguate, per ottimizzare le procedure di gara e programmare centralmente acquisti e lavori. Dall’inizio della gestione di questo servizio ad oggi contiamo già numero 15 gare aggiudicate, per un importo complessivo di oltre 14.000.000,00 e riconducibili a finanziamenti con fondi PNRR. La Provincia quindi sempre più Casa dei Comuni, per una vera collaborazione fra enti e vicinanza verso i territori, per una politica della qualità, della trasparenza e la passione per il bene comune. La Stazione appaltante qualificata della Provincia, grazie alla propria struttura, ha raccolto la sfida del PNRR con un ruolo di capofila a servizio dei Comuni. Un processo in continuo miglioramento che vede una forte sinergia tra la Provincia e i Comuni, per un sistema dinamico e al passo con i tempi”.

PM – 26.10.23

[email protected]