Officine di revisione

Autorizzazione alle Officine di revisione.

Attività

Soggetti aventi titolo

  • Imprese di autoriparazione
  • Imprese di commercio veicoli con attività di riparazione
  • Consorzi

Tutti i soggetti devono essere iscritti al Registro delle Imprese o all’Albo degli Artigiani, devono svolgere effettivamente le attività previste dall’art.1 comma 3 della legge 5.2.1992 n.122 e devono essere in possesso di adeguata capacità finanziaria come stabilito con D.M. 6.4.1995 n.170.

Responsabili tecnici

I responsabili tecnici devono svolgere la propria attività in maniera continuativa e presenziare e certificare personalmente tutte le fasi delle operazioni di revisione.
I requisiti di tali responsabili sono stabiliti dall’art.240 del D.P.R. 16.12.1992 n.495, così come modificato dall’art. 2 del D.P.R. 5.6.2001 n.360.

Locali degli autorizzati

I requisiti dei locali degli autorizzati sono previsti dall’art.239 del D.P.R. 16.12.1992 n.495, così come modificato dall’art.1 del D.P.R. 5.6.2001 n.360.

Attrezzature degli autorizzati

Le attrezzature e le strumentazioni di cui devono essere permanentemente dotati gli autorizzati all’effettuazione delle revisioni (approvate od omologate dal Ministero dei trasporti e della navigazione, o dall’ I.S.P.E.S.L. o dal competente ufficio della C.C.I.A.A.),sono indicate nell’appendice X dell’art. 241 del D.P.R. 16.12.1992 n.495, così come modificato dall’art.3 del D.P.R. 5.6.2001 n.360.

Responsabile

Dott. Nicola Massimiliano Visi
Tel 0575.3354212 – 335.8499292
Email [email protected]

Potere sostitutivo

Ufficio di riferimento

Requisiti del richiedente

1) idoneità finanziaria: mediante attestazione di affidamento rilasciata da parte di istituti di credito o società finanziarie; 2) idoneità locali: i requisiti dei locali degli autorizzati sono previsti dall’art. 239 del D.P.R. 16.12.1992 n. 495, così come modificato dall’art. 1 del D.P.R. 05.06.01 n. 360.
REQUISITI DEL RESPONSABILE TECNICO: 1) idoneità morale del responsabile tecnico; 2) idoneità tecnica – il responsabile tecnico deve essere in possesso di diploma di perito industriale, geometra o maturità scientifica ovvero diploma di laurea magistrale o laurea triennale in ingegneria e superamento del corso di formazione previsto.

Procedimento

L’Ufficio effettua un’istruttoria alla presentazione della domanda a cui segue il provvedimento dirigenziale circa quanto richiesto.

Tempi del procedimento

30 giorni

Documenti da presentare

Domanda (individuale o società) su apposito modulo con pagamento della marca da bollo (assolto anche in modalità telematica) contenente dichiarazioni sostitutive dei requisiti morali.
La documentazione da allegare è indicata nella domanda stessa.

Normativa