LE MADRI COSTITUENTI DELLA REPUBBLICA, RASSEGNA DOCUMENTARIA NELL’ATRIO D’ONORE DELLA PROVINCIA DI AREZZO

Data:
12 Gennaio 2024

Tempo di lettura:
2 min

Ultimo aggiornamento:
12 Gennaio 2024, 13:35

Visite pagina:
1899

E’ stata inaugurata venerdì 12 gennaio 2024 dal Presidente della Provincia di Arezzo Alessandro Polcri, l’esposizione fotografica dedicata a “Le Madri Costituenti” ospitata presso l’Atrio D’onore del Palazzo della Provincia di Arezzo. Presenti all’inaugurazione tra gli altri, Lucia Tanti Vice Sindaco del Comune di Arezzo, Roberto Caiati Vice Prefetto Vicario, Marco Morbidelli, Cinzia Santoni e Loriana Valoriani Consiglieri Provinciali, Vittoria Grifagni Ingegnere dei Vigili del Fuoco e Silvia Gobbini Maggiore del Comando Provinciale dei Carabinieri di Arezzo. L’iniziativa prende avvio a seguito della deliberazione del Consiglio Provinciale dello scorso 29 marzo 2023, che ha approvato all’unanimità la mozione per ricordare le 21 donne elette per la prima volta in Parlamento.

L’esposizione intende ricordare il contributo delle donne alla costruzione della Carta Costituzionale e della società odierna, che provenienti da diverse parti d’Italia, con appartenenze politiche differenti, erano animate da una visione democratica e condivisa delle Istituzioni. Un omaggio dunque alla loro esperienza, attività politica e interventi nelle riunioni dell’Assemblea, ancora oggi particolarmente attuali che si presta, oltre ad una fruizione da parte della cittadinanza, ad un dialogo con le/gli studenti delle scuole Secondarie di 1° grado e 2° grado, in funzione della loro futura partecipazione politica alla vita del Paese.

Il Presidente della Provincia di Arezzo Alessandro Polcri dichiara : “E’ desiderio di questo Ente richiamare all’attenzione e rendere omaggio alle donne che contribuirono alla costruzione della nostra democrazia. Combattendo durante la Resistenza prima, lottando per il suffragio universale, dando il loro fondamentale contributo all’Assemblea Costituente e alla vita parlamentare poi. Grazie anche alle loro azioni di massa si ottennero risultati estremamente concreti e importanti da un punto di vista strategico e politico. ll 2 giugno del 1946 gli italiani scelsero la Repubblica e, pochi giorni dopo, il 25 giugno si insediò l’Assemblea Costituente, composta da 556 membri, 21 dei quali donne. Le elette erano differenti per generazione, estrazione sociale, formazione, professione e ideologia. Il diritto del voto alle donne è una grande conquista, e nel 1946 le italiane andarono per la prima volta alle urne per elezioni storiche. Un voto che ha conferito alle donne la piena cittadinanza, senza più alcuna discriminazione, rendendo veramente democratica la costituzione della nuova Italia. Attraverso questa mostra sarà possibile ricordare e approfondire la storia delle Madri costituenti, ma anche visitando la sezione dedicata del sito istituzionale della Provincia di Arezzo con un approfondimento sulla vita delle 5 donne che entrarono nella Commissione dei 75 incaricata di scrivere la Carta Costituzionale: Maria Federici, Angela Gotelli, Tina Merlin, Teresa Noce e Nilde Jotti.” La mostra rimarrà aperta fino a domenica 11 febbraio 2024, mentre il link per poter consultare le pagine dedicate alle Madri Costituenti
https://provincia.arezzo.it/documenti-e-dati/progetti/le-madri-costituenti/.

PM-12.1.2024

[email protected]