PATTO LOCALE PER LA FORMAZIONE E LAVORO: TAVOLO TECNICO IN PROVINCIA DI AREZZO

Data:
8 Giugno 2023

Tempo di lettura:
3 min

Ultimo aggiornamento:
13 Giugno 2023, 10:52

Visite pagina:
143

Convocato dal Presidente della Provincia di Arezzo Alessandro Polcri, oggi 8 giugno 2023, il tavolo tecnico per fare il punto sulla situazione del protocollo d’intesa interistituzionale sottoscritto lo scorso 6 febbraio 2023, che ha l’obiettivo di favorire l’occupazione calibrando l’offerta formativa in base alle esigenze del territorio. Un percorso, che la Regione Toscana sta portando avanti in molte province con l’Assessore Alessandra Nardini, rappresentata questa mattina con il Dirigente del settore. Presenti anche tutti i firmatari dell’accordo, a partire dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Arezzo, le Istituzioni Scolastiche secondarie di secondo grado; dalla Camera di Commercio Arezzo- Siena, dai Sindacati CGIL, CISL, UIL, dalle Associazioni di Categoria, Confindustria Toscana Sud, Cna, Confartigianato, Confcommercio, Confapi, Coldiretti, Confagricoltura, Cia, Ance Toscana, Confesercenti, Legacoop Toscana, Conf Cooperative Toscana Nord, Polo Universitario Aretino, Istituti Tecnici Superiori. Al tavolo si sono aggiunti anche nuovi

Il Presidente della Provincia di Arezzo Alessandro Polcri dichiara:

“Ringrazio tutti gli aderenti al tavolo e desidero dare il benvenuto ai nuovi soggetti che hanno manifestato la volontà di entrare a far parte del Protocollo d’Intesa, come l’ITIS Galilei di Arezzo. L’obiettivo è quello di rilevare il fabbisogno formativo territoriale e migliorare l’allineamento tra domanda e offerta di formazione, per l’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani, rispondendo così in modo più concreto ai fabbisogni formativi all’interno del contesto produttivo territoriale. L’incontro di questa mattina ha voluto fare un’attenta riflessione sui dati forniti della Camera di Commercio, relativi al Progetto Excelsior e quelli prodotti dall’IRPET, trasmessi dalla Regione Toscana, in merito alle figure professionali maggiormente richieste dal tessuto imprenditoriale della Provincia di Arezzo di difficile reperimento nel mercato del lavoro. Dai dati analizzati si evince che nel territorio aretino la specializzazione economica è forte nelle filiere agribusiness, metallurgia e siderurgia collegata al settore orafo, Ict, casa, moda nei settori orafo, pelletteria e confezioni e meccanica e energia. Da qui, abbiamo convenuto di creare una commissione ristretta dei componenti del tavolo che, in base ai dati illustrati, elabori una proposta unitaria relativa ai profili lavorativi di maggior interesse per il nostro territorio da trasmettere alla Regione Toscana, sulla base della quale la Regione Toscana possa sviluppare futuri bandi finanziati con le risorse della misura “G” del Patto per il Lavoro. E’ fondamentale lavorare in rete per non disperdere risorse, esperienze e competenze presenti sul territorio per lo sviluppo dei settori imprenditoriali strategici, sulla base dei fabbisogni rilevati periodicamente. Dobbiamo mettere al centro delle politiche i giovani, valorizzare la formazione come crescita sociale ed economica, favorendo percorsi di crescita personale, sviluppando abilità, interessi, con approfondimenti formativi appropriati, capaci anche di contrastare la dispersione scolastica, e al contempo con un costante monitoraggio della situazione occupazionale, garantire reali sbocchi professionali. Ci sono grandi potenzialità che dobbiamo saper cogliere e sviluppare tutti insieme per il futuro del nostro territorio”.

Il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Roberto Curtolo dichiara :

“Il tavolo di oggi riveste particolare importanza sia dal lato delle imprese che dal versante istruzione. Le scuole devono conoscere con precisione il dato aggiornato delle figure professionali e delle competenze richieste al fine di poter operare, nei limiti che la normativa consente, un costante aggiornamento della formazione rivolta agli studenti ed un orientamento mirato, in coerenza con le nuove linee guida 2022 emanate dal MIM e con i compiti riservati alle figure dei tutor e degli orientatori recentemente introdotte in tutte le istituzioni scolastiche di 2° grado. Gli istituti professionali, inoltre, erogano anche percorsi di IeFP nell’ambito delle qualifiche regionali: per questi istituti le funzioni del tavolo divengono ulteriormente importanti per la scelta e l’organizzazione dei percorsi stessi.”

Il Segretario Generale della Camera di Commercio Arezzo- Siena Marco Randellini dichiara :

“Camera di Commercio è impegnata da molto tempo, in accordo con Enti, Associazioni, Provincia di Arezzo ed Ufficio Scolastico Regionale, ad aiutare i nostri giovani ad individuare percorsi formativi coerenti con le loro legittime aspirazioni individuali e, al contempo, che siano in grado di intercettare l’offerta lavorativa delle aziende. Grazie al Progetto Excelsior, nato nel 1997, che realizziamo assieme ad Unioncamere Nazionale ed ANPAL siamo infatti in grado di offrire un quadro dettagliato dell’andamento congiunturale del mercato del lavoro provinciale e quindi delineare alcuni degli interventi necessari a soddisfare i fabbisogni professionali e formativi espressi dal sistema imprenditoriale locale.”

PM – 8 giugno 2023

Argomenti

[email protected]